News

Le carceri viste da "Dentro"

29/03/2014 | Wavegallery Corsini, via Trieste 32, Brescia

DENTRO le carceri italiane nelle fotografie di Gianni Berengo Gardin, Renato Corsini, Mauro DAgati, Davide Ferrario, Rosi Giua e Uliano Lucas
Sei fotografi e sei parallele ricerche fotografiche indagano la vita all'interno delle case circondariali italiane, ma soprattutto, con occhio attento e cuore aperto, si mettono al servizio dei detenuti, abitanti oltre che prigionieri.

In un preciso momento nel quale largomento carceri con gli annessi problemi di sovraffollamento, reinserimento e ricerca di soluzioni necessita di unapprofondita riflessione che coinvolge lintera societ civile, i quattro fotografi hanno lavorato in diversi istituti di pena indagando dal di dentro.
Il loro approccio stato quello di entrare fisicamente nelle celle per stabilire con i detenuti un rapporto che doveva necessariamente essere di reciproca fiducia, di unanime comprensione dei problemi e di autentico rispetto per le singole personalit.
Ne scaturita una mostra ricca di umanit, lontana dal quel sbatti il mostro in prima pagina che largomento potrebbe suggerire; una serie di immagini nelle quali traspare lautenticit di quello che i carcerati vogliono venga visto fuori.
Un esempio di fotogiornalismo etico che pare non appartenere pi alle esigenze delleditoria contemporanea.


Renato Corsini
Si interessa di fotografia dal 1970, affiancando alla sua principale attivit di architetto quella di fotografo e gallerista.
Ha pubblicato 12 libri di reportages (tra i quali Canton Mombello - Gente di Carcere del 2013) ed esposto in diverse gallerie italiane ed estere.

Gianni Berengo Gardin
Inizia a fotografare nel 1954, dopo aver vissuto a Roma, Venezia, Lugano e Parigi, e dal 1965 vive a Milano.
Si dedica al reportage, allindagine sociale, alla documentazione di architettura e alla descrizione ambientale.
Le sue fotografie sono state pubblicate sulle pi importanti riviste internazionali, ha vinto i pi importanti premi fotografici (tra cui il World Press Photo nel 1963, il Premio Brassai, il Leica Oskard Barnack Award, il Premio Oscar Goldoni e il Lucie Award alla carriera).
Ha pubblicato oltre 200 libri fotografici.

Mauro D'Agati
Palermitano, inizia a fotografare nel 1996, e si concentra, affascinato, sui fenomeni sociali siciliani.
Le sue fotografie sono state pubblicate su varie riviste italiane ed internazionali, tra cui L'Internazionale, GQ, Le Monde.
Ha pubblicato diversi libri fotografici, tra i quali Detenuti, del 2001.

Davide Ferrario
Davide Ferrario nato a Casalmaggiore nel 1956. Ha iniziato a occuparsi di cinema come critico e distributore per la Cooperativa Laboratorio 80 di Bergamo. Ha esordito alla regia nel 1989 con La fine della notte seguito da Anime fiammeggianti (1994), Tutti gi per terra (1997), Guardami (1999), Dopo mezzanotte (2004) e Se devo essere sincera (2004). Nel 2002, durante la ristrutturazione del quarto e quinto raggio del carcere di San Vittore, entra nelle sezioni deserte e fotografa i muri delle celle abbandonate.

Rosi Giua
Rosi Giua nasce a Cagliari nel 1961.
I suoi lavori vanno dallo still life alla fotografia di architettura, dal ritratto al reportage sociale, con un interesse particolare per la fotografia di scena.
Ha collaborato con Il giornale di Sardegna, Sardegna e dintorni, Venerd di Repubblica e la Gazzetta dello sport.

Uliano Lucas
Cresciuto durante la ricostruzione della Lombardia post-bellica, frequenta la vita artistica e culturale di Brera e il Bar Jamaica.
Inizia a dedicarsi al fotogiornalismo inteso come impegno civile, fotografando la vita operaia intorno a lui, oltre ai pi grandi artisti dell'epoca e alle trasformazioni dell'Italia negli anni Sessanta e Settanta.
Ha collaborato con le pi importanti riviste nazionali ed internazionali (Il Mondo, L'Espresso, L'Europeo).
Visualizza il LINK
(http://www.wavephotogallery.it)



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm