News

Idea per Mattarella

13/03/2018 | Italia

Il sud a Di Maio e il Nord a Salvini

Sono decenni che tutti si dicono favorevoli al federalismo ma poi non si mai concretizzato gran che neppure quando al governo ci stava la Lega che tent persino di trasferire alcuni Ministeri a Monza; la divisione elettorale della Nazione l da vedere, non resta che dare una forte accelerazione al processo di indipendenza del Sud dal Nord e, ovviamente, viceversa.

In sintesi, il sud al M5S, compattato intorno ai confini borbonici delle due Sicilie con capitale Napoli, dove sovrana sar la camorra con ampia autonomia alla mafia siciliana, alla sacra corona pugliese e ovviamente alla ndrangheta calabrese, che verranno federate e legalizzate.

Il Nord sar governato dalla federazione delle Regioni dove al voto ha prevalso il Centrodestra. A capo di questa macro regione potr esserci senza troppe discussioni Matteo Salvini che, se non diventa Premier di qualcosa, diventa matto. Un grande nord e un grande sud.

Al nord si istituir la Flat Tax e al sud verr elargito il reddito di cittadinanza, come promesso. Roma ed il Lazio (e chi li vuole?) si potrebbero di nuovo accorpare allo Stato del Vaticano. Rimane il problema per Di Maio di trovare i soldi per elargire ci che ha promesso a milioni di persone

Sappiamo tutti per quanta ricchezza passa dai canali delle mafie che controllano traffici e mercati illegali, droga, contraffazione, prostituzione In queste specializzazioni il sud ha sviluppato una capacit e una creativit non comuni gestendo business che valgono, messi insieme, come tutti i titoli della Borsa di Milano. Basta rendere legale tutto ci e il sud avrebbe un enorme gettito di PIL.



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm