News

Giornata FAI d'Autunno

15/10/2017 | Isola Bergamasca

170 itinerari tematici in tutta Italia a cura dei Gruppi FAI Giovani

Soffermare lattenzione sulla piazza che attraversiamo ogni giorno o chiedersi perch a pochi metri di distanza fra loro sorgano due chiese costruite in secoli differenti, in un borgo che probabilmente aveva poche decine di abitanti. Sono modi diversi di scoprire i luoghi in cui viviamo da punti di vista nuovi. Il FAI Fondo Ambiente Italiano invita a rinnovare il nostro sguardo sullItalia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla Giornata FAI dAutunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi Ricordiamoci di salvare lItalia, attiva dal 1 al 31 ottobre.

3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani.

Il debutto della Giornata FAI dAutunno meritava scelte originali e un po controcorrente. Il Gruppo FAI Giovani di Bergamo ha raccolto la sfida e ha scovato in un angolo ingiustamente trascurato del nostro territorio, lIsola Bergamasca, alcune gemme nascoste da proporre in un itinerario sorprendente: Variazioni nell'Isola: storie impreviste di chiese e un borgo.

Lelenco delle sorprese lungo:

per la prima volta un evento nazionale del FAI Fondo Ambiente Italiano tocca i comuni di Presezzo e Bonate Sotto;
5 chiese raccontano 5 storie che si intrecciano, con destini molto diversi fra loro;
eccelsi affreschi settecenteschi, nascosti da decenni, si rivelano in una ex chiesa trasformata persino in piccolo supermercato;
borghi che scompaiono lasciando come memoria mirabili architetture romaniche;
borghi che nascono e narrano la capacit delluomo di sfruttare al meglio ci che lambiente gli offre;
la possibilit di passeggiare da un luogo allaltro, fra scorci inattesi
visite guidate allaperto

Il Gruppo FAI Giovani di Bergamo propone a tutti gli Iscritti FAI, e a ogni persona che ha a cuore il futuro del paesaggio e della cultura del nostro paese, di avventurarsi domenica 15 ottobre in un breve viaggio che dimostra quante inattese ricchezze storiche, artistiche, culturali abbelliscano anche le aree pi industriali e urbanizzate della Bergamasca.

Ad accogliere i visitatori saranno 30 volontari del FAI, mentre ad accompagnarli saranno esperti, guide volontarie del FAI e gli Apprendisti Ciceroni della scuola secondaria di primo grado di Bonate Sotto. Saranno allestiti 3 punti informazione 2 a Bonate Sotto e 1 a Presezzo - dove sar possibile iscriversi al FAI Fondo Ambiente Italiano o lasciare un contributo.

Litinerario non ha un ordine di tappa, n ogni tappa obbligatoria, ma ciascun luogo proposto possiede aspetti peculiari che lo rendono unico e meritevole di essere conosciuto.

A Presezzo ci si imbatte nelle peripezie della ex chiesa parrocchiale, dove gli utilizzi impropri e le manomissioni, non hanno scalfito la vivacit dei colori degli affreschi.

Bonate Sotto narra della religiosit della popolazione attraverso 4 delle sue chiese:
una incompiuta
una presente, ma sparita
una preservata
una contemporanea

Quattro luoghi non lontani fra loro che invitiamo a scoprire percorrendo a piedi le vie del paese, scoprendo vicoli suggestivi come via dellUsciolo.

La leggenda circonda lorigine della incompiuta Basilica di Santa Giulia, di dimensioni enormi rispetto al borgo al quale sopravvisse, in cui convivono elementi longobardi, forme romaniche e affreschi del 700.

Della chiesa di San Giuliano resta la bellissima abside, ma la chiesa sparita, perch divenuta da oltre due secoli unabitazione.

Lex parrocchiale di San Giorgio stata magnificamente preservata, con il suo impianto controriformato, gli stucchi dai colori pastello, gli affreschi e le pale daltare.

La chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, iniziata nel 1908, offre un viaggio nellarte sacra contemporanea, poich per abbellirla non si spoglia San Giorgio, bens si commissionano nuove opere darte, ultima delle quali il fonte battesimale del 2008.

A raccontarci la storia delle persone ci pensa anche il Borgo di Mezzovate, sempre a Bonate Sotto, con le sue architetture in borlanti di fiume.

Le visite sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI e a chi si iscrive durante levento - a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate corsie preferenziali, perch iscriversi al FAI un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene allItalia. Le visite sono libere, ma allaccesso di ogni bene sar richiesto un contributo facoltativo, anche minimo, che aiuta il FAI a continuare la sua opera di salvaguardia e tutela.

Lapertura dei luoghi, a cura dei volontari del Gruppo FAI Giovani e della Delegazione FAI di Bergamo resa possibile dal supporto locale di:

Comune di Bonate Sotto
Comune di Presezzo
Parrocchia del Sacro Cuore di Bonate Sotto
Parrocchia dei Ss Fermo e Rustico di Presezzo
Alberto Pendiggia
Gianluca Gelmini
Sara Bonora
Carmen Natali
Istituto Comprensivo Bonate Sotto "Clara Levi"
Visualizza il LINK
(http://www.giornatefai.it)



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm